La Vitamina D3 appartiene alla vitamina D, ma si distingue specificamente da essa. Per il corpo, è una delle vitamine più importanti che il corpo può fortunatamente produrre se stesso. Tuttavia, l’assorbimento delle “materie prime” è leggermente diverso da quello di altre vitamine. Spieghiamo perché e come una carenza può apparire come.

Che cos’è la Vitamina D3?

La Vitamina D3 è una vitamina che proviene dal gruppo D. Purtroppo, purtroppo, è spesso direttamente confuso con la vitamina D, perché spesso è spesso erroneamente indicato come tale. Altri nomi per la vitamina sono Cholecalciferol o Colecalciferol. A volte si chiama anche Calciol. E ‘la forma più importante di vitamina, che si verifica negli esseri umani e può essere formata con radiazioni UVB. Anche il termine “vitamina” non è del tutto esatto. Nel corpo assume compiti importanti, di cui ci occuperemo in seguito. Si tratta di una vitamina liposolubile.

Vitamin D3

Quali sono i sintomi della carenza di Vitamina D3?

I sintomi della carenza di Vitamina D3 sono simili a quelli causati dalla carenza di vitamina D. Ciò significa che tutti i processi necessari per una trasformazione nel corpo sono interessati. L’assorbimento di calcio è compromessa, le cellule del corpo sono influenzate. La vitamina ha un’influenza su molte funzioni cellulari, al che si possono notare sintomi corrispondenti. Ciò significa che ci sono problemi di stabilità nelle ossa. I bambini soffrono di rachitismo, gli adulti di osteomalacia. Altri sintomi includono un calo delle prestazioni, problemi di concentrazione e sbalzi d’umore. Vertigini e mal di testa sono anch’essi tipici. Inoltre, il sistema immunitario è ridotto e rende il corpo più suscettibile alle infezioni. Anche la demenza e la sclerosi multipla sarebbero in parte causate dalla mancanza di Vitamina. Una carenza permanente porta alla morte prematura.

Vitamin D3 Mangel Knochen Osteoporose

Come funziona la Vitamina D3 e quando può aiutarmi?

Agisce su vari processi fisici come un ormone. Le funzioni sono molto diverse. Tuttavia, questi possono essere delineati come segue:

  •  Controllo del calcio nelle Ossa
  •  Rilascio di varie sostanze nelle cellule
  •  Influenzare il materiale genetico e controllare più di 2.000 geni

Tutto sommato, si può dire che la vitamina assicura che la nostra salute è mantenuta alta e quindi non si deteriora per un certo periodo di tempo.

Kalzium Knochenbau

Dove è contenuta la Vitamina D3?

Ora alla parte interessante della vitamina. Perché è prevalentemente assorbito in modo diverso rispetto ad altre vitamine del corpo. E ‘una delle poche vitamine che il corpo può produrre da solo, ma ha bisogno di qualcosa di importante per questo: Luce solare. Per quanto riguarda gli alimenti, solo il 5-20 percento del fabbisogno è coperto, mentre la luce solare fornisce il resto della fornitura. Ciò richiede un’irradiazione diretta con la luce solare. Significa che dovremmo andare fuori. In alcune stagioni l’offerta è di solito un po ‘ridotto, perché qui la parte UV-B è mancante alla luce del sole. Tuttavia, l’assorbimento regolare dei raggi UV-B in estate assicura già che non ci sia carenza durante i mesi invernali, a condizione di prendere l’aria di tanto in tanto. Il fattore decisivo è anche il colore della pelle.

Ad esempio, le persone con la pelle scura non possono assorbire così bene le radiazioni UV-B richieste, e anche le persone con la pelle chiara che non possono trascorrere tanto tempo al sole a causa dell’intolleranza hanno problemi particolari. Anche lo smog e l’ozono svolgono un ruolo importante. Questa vitamina non viene assorbita facilmente attraverso la dieta. Anche se si raccomanda di mangiare diversi tipi di pesci grassi, è contenuta solo la vitamina D tipica, ma non la Vitamina D3 specifica. Questo è anche coerente con la proprietà della vitamina, perché è liposolubile ed è meglio assorbito con un po ‘di grasso.

Sonne Sonnenlicht UV-B-Strahlung

Qual è il fabbisogno giornaliero di Vitamina D3 per uomini e donne?

Questa vitamina è molto controversa per quanto riguarda il corretto dosaggio, simile alla vitamina D. Secondo la ricerca, molte persone hanno una carenza, anche perché individualmente ogni persona ha bisogno di un dosaggio diverso. Tuttavia, a seconda dell’età, si raccomanda una dose da 10 a 20 mg. All’interno degli Stati Uniti, dosi relativamente più elevate tra 37 e 50 mg sono raccomandati per prevenire una carenza. In singoli casi, è stata descritta anche la somministrazione di circa 100 mg al giorno.

C’è un sovradosaggio di Vitamina D3?

Simile alla vitamina D, non ci sono anche informazioni precise su un dosaggio massimo di Vitamina D3. Ad esempio, gli esperimenti con volontari non hanno causato effetti collaterali, anche se trattati con dosi particolarmente elevate. In Europa e Nord America, tuttavia, si raccomanda di non superare la dose massima di 50 mg per un periodo prolungato. Tuttavia, secondo gli studi clinici, non c’è anche nessun rischio se la dose è più alta.

Tuttavia, si consiglia cautela quando si prendono 1.250 mg a lungo termine. Se i valori del sangue cambia sotto forma di più di 150 ng/ml, ipercalcemia si verifica in cui troppo calcio entra nel sangue. Valori di 100 ng/ml sono ideali. L’intervallo di tossicità per questo valore parte da 300 ng/ml.

Ci sono prodotti di supporto?

Ci sono molte forme e varianti nel campo degli integratori alimentari. Essi sono spesso mescolati con altre vitamine e dovrebbero coprire il rispettivo fabbisogno giornaliero. Oltre che le compresse sono disponibili anche come gocce o olio. Secondo gli esperti, queste ultime due varianti non richiedono additivi durante la produzione e possono quindi avere un effetto molto più positivo sul corpo. In primo piano è anche che, poiché questa vitamina è una vitamina liposolubile, è meglio assorbita dall’organismo aggiungendo un po ‘di grasso, che è garantito con l’olio in ogni caso. Come regola generale, gocce o olio sono preferibili.

Caratteristiche di qualità scientifica

Non ci sono quasi nessuno studio specifico sulla Vitamina. Questi sono principalmente interessati con la vitamina D, che può essere trovato nel corrispondente articolo. Nella scienza, tuttavia, ci sono frequenti discussioni su come le dosi devono essere classificate per escludere una carenza. Allo stesso modo, l’offerta di alcuni gruppi a rischio è sempre a fuoco. Queste includono tutte le persone con più di 70 anni, tutte le persone con la pelle scura e i neonati.

Riferimenti a fonti esterne
  1. https://de.wikipedia.org/wiki/Cholecalciferol
  2. https://www.vitamind.net/vitamin-d3/